ASCOLTA LA TUA RADIO PREFERITA CLICCANDO SUI PULSANTI A DESTRA DEL PLAYER! Caricamento in corso...
CLOUDBUSTING
Elia Viviani: ‘Obiettivo Sanremo, mi manca una vittoria al Tour’

Elia Viviani: ‘Obiettivo Sanremo, mi manca una vittoria al Tour’

 Vota!
72
0
giovedì, 22 novembre 2018
Ultime News

Il campione d’Italia ha iniziato la preparazione in vista degli appuntamenti del 2019.

18vivianivueltaa3-990x660Con la maglia tricolore sulle spalle e le certezze date da una stagione trionfale come quella da poco conclusa, Elia Viviani sta già guardando al 2019. Il Campione d’Italia ha chiuso abbastanza presto la sua annata, vincendo l’ennesimo sprint nell’ultima tappa della Vuelta Espana, e dopo un periodo di riposo è tornato già a pedalare forte su pista. Il veronese ha appena vinto la Sei Giorni di Gand in coppia con il compagno di squadra Iljo Keisse, ma sta pensando soprattutto al programma della stagione su strada. Viviani sarà chiamato a confermare i successi del 2018 e a sostenere il ruolo di sprinter di punta della Deceuninck Quickstep, dopo la partenza di Fernando Gaviria.

Elia Viviani ha parlato dei suoi progetti per il 2019 in un’intervista al sito della tv belga Sporza: “Sarà vincere la Milano Sanremo” ha dichiarato il Campione d’Italia, che vanta un nono posto come miglior piazzamento nella Classicissima di Primavera. “La Sanremo è probabilmente l’unico monumento che posso vincere, quindi lavorerò duramente per arrivarci. È una corsa strana, ti puoi sentire bene e di colpo tutto può essere finito a 10 km dall’arrivo. È quello che mi è successo quest’anno, ero pronto a sprintare per il secondo posto ma improvvisamente mi sono mancate le gambe. Questa non è una cosa sorprendente dopo 300 km di corsa” ha spiegato Viviani.

2263159-47161970-2560-1440Viviani dovrebbe iniziare presto la sua stagione 2019, con il Tour Down Under di gennaio, e poi correre qualche alla gara in avvicinamento alla Sanremo e alla Gand Wevelgem, gli appuntamenti chiave della primavera. Il resto del programma è ancora da scrivere. Viviani non ha scelto se puntare nuovamente alle volate e alla maglia ciclamino del Giro d’Italia o se dare l’assalto al Tour de France, l’unico grande giro in cui non ha ancora vinto nessuna tappa.

Le sue dichiarazioni però sembrano però indirizzarsi più verso il Tour, anche perché il Campione d’Italia è rimasto l’unico grande velocista in casa Deceuninck Quickstep dopo la partenza di Gaviria per la UAE, e la squadra belga è sempre andata in Francia con il suo sprinter di punta. A trent’anni, all’apice della carriera e con una squadra fortissima alle spalle, il 2019 potrebbe essere davvero il momento giusto per imporsi anche al Tour.

Francesco De Michele

share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Amore Menu